Laboratorio

> Laboratorio permanente


“ Il teatro non è indispensabile.


Serve ad attravesare le frontiere fra te e me ”


Jerzy Grotowski


 

Il Laboratorio permanente si rivolge esclusivamente ad attori e attrici (professionisti e non) che abbiano già completato un percorso di formazione attoriale di base.


Il Laboratorio permanente propone diversi “Itinerari” didattici: corpo-voce-azione. Il primo modulo trimestrale, iniziato a settembre, si è concluso nel mese di dicembre (a. 2014). Il secondo modulo avrà inizio a gennaio 2015.

 



ISCRIZIONI ON LINE SU   www.teatrodeglispecchi.it


INFO | teatrodeglispecchi@gmail.com | 3206623893


________________________________________________________________________



GENNAIO 2015



CHRIS EDWARDS | dall'Università di LAS VEGAS

JENNIFER ROHN | da NEW YORK





________________________________________________________________________

5°  PERCORSO  -  dal 19 al 27 Novembre 2014



Laboratorio di recitazione


condotto da


ROMANO BERNARDI

 


Ai partecipanti è chiesto di scegliere un brano teatrale da approfondire in sede di laboratorio.



ARTICOLAZIONE ORARIA LABORATORIO

mercoledì  19 novembre - dalle 20 alle 23
   giovedì  20 novembre - dalle 20 alle 23
     lunedì  24 novembre - dalle 20 alle 23
mercoledì  26 novembre - dalle 20 alle 23
   giovedì  27 novembre - dalle 20 alle 23


________________________________________________________________________




4°  PERCORSO  -  dal 3 al 13 Novembre



Il racconto delle Metamorfosi


laboratorio teatrale per attori narratori, condotto da


GIOVANNI CALCAGNO

 


" Le metamorfosi (Metamorphoseon libri XV) è il titolo di un poema epico-mitologico di Publio Ovidio Nasone (43 a.C.-18) incentrato sul fenomeno della metamorfosi. Attraverso l'opera, ultimata poco prima dell'esilio dell'8 d.C., Ovidio ha reso celebri e trasmesso ai posteri numerosissimi storie e racconti mitologici dell'antichità greca e romana.
Partiremo dunque da questi materiali, per la loro qualità, per la varietà degli argomenti trattati e per le grandi possibilità di utilizzo in forma di racconto sia in lingua originale, come anchein italiano e in siciliano tramite una operazione di rielaborazione drammaturgica e di adattamento che farà parte integrante del corso.
Naturalmente i testi serviranno da pre-testo per sviluppare formedi espressione nel racconto che integreranno modalità ritmiche e stilistiche legate alla tradizione con altre più libere di utilizzare strumenti e tecniche adatti alle caratteristiche e ai gusti degli attori-narratori partecipanti al corso.
Consiglio ai partecipanti di dare uno sguardo al testo( si trova facilmente su internet ) e di scegliere due storie ( due miti ) da approfondire durante il corso. Sarà molto gradito l’utilizzo di strumenti musicali di accompagnamento al racconto così come qualsiasi altra forma espressiva accessoria rispetto alla narrazione.
Buon lavoro e a presto "

Giovanni Calcagno




Talento tutto siciliano, ha al suo attivo decine di lavori, fra cinema e teatro. Protagonista di uno dei tre film tv che compone la ‘Trilogia anni ’70′, dedicata agli anni di piombo in Italia. Un’operazione kolossal voluta dalla Rai per rileggere quegli anni così importanti per capire le dinamiche che hanno cambiato l’Italia.
Molto legato a “la città ideale”, film che ha segnato il debutto al cinema come regista di Luigi Lo Cascio, riscuotendo un grosso successo di critica allo scorso festival di Venezia.
Con Lo Cascio ha lavorato come attore anche sul set di ‘Buongiorno, Notte’ di Bellocchio e poi in ‘Noi Credevamo’ di Martone , e in teatro in ‘Diceria dell’Untore’ di Bufalino con la regia di Vincenzo Pirrotta.
Al cinema ha anche lavorato con Marco Bellocchio (Buongiorno Notte, Il regista di matrimoni), con Pasquale Scimeca (Passione di Giosuè, I malavoglia), con Giulio Manfredonia (Si Può Fare) con il quale si è aggiudicato il premio Ciak d’oro e con Mario Martone (Noi credevamo).
Il nome di Giovanni Calcagno, comunque è soprattutto legato proprio al teatro: “Serata a Colono” di Elsa Morante, una produzione storica dello stabile di Torino, con la regia di Mario Martone e la presenza attoriale di Carlo Cecchi, opera rappresentata per la prima volta dalla sua scrittura e voluta da grandissimi teatri come il Piccolo di Milano , l’Argentina di Roma ed il teatro municipale di Monaco di Baviera.
Sempre a teatro è stato diretto da Mario Martone (Don Giovanni, Edipo a Colono, Serata a Colono), Vincenzo Pirrotta (Eumenidi, ‘U ciclopu, La Sagra del Signore della Nave), Enrique Vargas (Abitare).
Da due anni a questa parte si occupa di coordinare la “Casa del Cantastorie” di Paternò, centro di ricerca artistica ed antropologica basato sulla grande esperienza della scuola dei cantastorie paternesi, in primis Ciccio Busacca, che hanno segnato con Buttitta e Dario Fo, l’epoca della grande ricerca della cultura popolare negli anni ’60 e ’70.
Insieme ad Alessandra Pescetta coordina l’attività della compagnia teatrale “Casa dei Santi”, che ha al suo attivo importanti produzioni artistiche.
“Questa è un’annata particolarmente felice per l’attività del mio gruppo – sottolinea Calcagno – che coordino con la regista Alessandra Pescetta, ed in particolare per i nostri ultimi lavori cinematografici: ‘Sakura’, coprodotto da Xl-Repubblica e dedicato al disastro di Fukushima, ‘Qualcosa di Simile’, tratto dall’omonimo libro di Francesca Scotti, e, soprattutto del pluripremiato ‘Importante molto Importante’, recentemente inserito nella selezione ufficiale del Taormima Film Festival. Sono inoltre particolarmente contento di far parte del prossimo progetto del regista Giulio Manfredonia ( col quale ho già lavorato nel film ‘Si può fare’, vincendo anche un David di Donatello) dedicato allo scottante tema delle cooperative antimafia, che mi vedrà accanto a due grandi attori come Sergio Rubini e Stefano Accorsi”.



ARTICOLAZIONE ORARIA

     lunedì   3 novembre - dalle 19:30 alle 23:30
mercoledì   5 novembre - dalle 19:30 alle 23:30
     lunedì 10 novembre - dalle 19:30 alle 23:30
mercoledì 12 novembre - dalle 19:30 alle 23:30
   giovedì 13 novembre - dalle 19:30 alle 23:30


________________________________________________________________________




3°  PERCORSO  -  dal 20 al 30 Ottobre


Incontro con la drammaturgia  |  condotto da


ANDREA LAPI

 


" Il corso ha la finalità di mettere in connessione gli allievi attori con il proprio strumento, il corpo.
Il training e l’attività ludica avranno un ruolo importante, scoprire chi siamo grazie alla componente fondamentale del teatro: il gioco.
Riuscire ad entrare realmente in relazione con noi stessi e con gli altri apre le porte alla creatività, alla comunicazione.
La sincera “ relazione “ sta alla base di qualsiasi processo creativo e performativo.

Gli allievi dovranno imparare a memoria un testo di drammaturgia di almeno 10 righe. "


ARTICOLAZIONE ORARIA

     lunedì 20 ottobre - dalle 19:30 alle 23:30
mercoledì 22 ottobre - dalle 19:30 alle 23:30
     lunedì 27 ottobre - dalle 19:30 alle 23:30
mercoledì 29 ottobre - dalle 19:30 alle 23:30
   giovedì 30 ottobre - dalle 19:30 alle 23:30


________________________________________________________________________




2°  PERCORSO   ( CONCLUSO IL 15 Ottobre )


Stege di Clownerie  |  condotto da


ADRIANO AIELLO

 


" Lo stage sarà basato su elementi di teatro fisico secondo l'insegnamento di Yves Lebreton e Jacques Lecoq, per poi andare alla scoperta del proprio clown e della propria comicità, esercitandosi con antiche clownerie e moderni mezzi di espressione comica.

Lo stage è rivolto a:
-    Attori professionisti, ballerini, circensi che vogliono approfondire la conoscenza del proprio corpo come mezzo di espressione, indagando ed esercitando il potenziale comico che è in ognuno di noi;
-    Allievi di scuole di teatro, danza, circo che vogliono avere un approccio col mondo del teatro fisico e della comicità;
-    Animatori, educatori, pedagoghi che desiderano mettersi in gioco e imparare strumenti efficaci per far sorridere col cuore. "

Adriano Aiello

 

Eclettico artista catanese, studia teatro e si specializza nella figura del Clown formandosi con maestri come Jango Edwards, Carlo Colombaioni, Frank Dinet e il “più grande clown vivente” David Larible, che ha firmato la regia di due suoi spettacoli “Il Circo” e “Ridi Pagliaccio”. Lavora con Dario Fo come mimo nel “Barbiere di Siviglia” e nel 2011 entra a far parte del circuito del Cirque Du Soleil.

________________________________________________________________________



1° PERCORSO  ( CONCLUSO il 1° Ottobre )


L’Alchimia dell’Attore   |  Workshop condotto da


FILIPPO VELARDITA

 

Laboratorio Teatrale sulla Presenza Scenica


             I Livelli Pre-Espressivi del Corpo dell’Attore.

             I Meccanismi Interni ed Esterni della Drammaturgia d’Attore.

             Creazione di Partiture Fisiche.  


“Osservando trasversalmente i riti greci, la Commedia dell’Arte e le sperimentazioni novecentesche, il Teatro sembra possedere un’anima popolare che nasce dallo spirito del corpo. Centro nevralgico del percorso del laboratorio sarà Il Corpo dell’Attore. La sua geografia, la sua originalità, le sue potenzialità: un allenamento specifico   per  un  Corpo  Sensitivo  che  pone    l’accento   sullo   sviluppo   dei  riflessi   e  del  ritmo, dell’armonia, della comunicazione col pubblico, del dominio dei livelli di energia attraverso tecniche corporali  specifiche.

Attraverso un ventaglio di risorse tecniche e giochi scenici provenienti dall’Improvvisazione, dalle Maschere, dal Teatro di Strada, dalle Arti Circensi, dal Clown, dalla Musica Jazz, l’attore intraprende un percorso di educazione corporale, etica creativa e disciplina artistica, sviluppando una tecnica che gli consentirà di agire nello spazio scenico  con  un  alto  livello  di  verità,  sostenendo l’energia delle azioni con presenza e continuità.

In un’epoca di “zibaldoni multimediali”, il laboratorio si orienta verso strutture più umane, più semplici e potenti, richiamando l’attore al centro dell’azione teatrale.”

Filippo Velardita

 

Attore, giocoliere, regista, docente. Laureato con lode in Lettere Moderne all’Università di Catania, Master in Arti Sceniche all’Università Rey Juan Carlos di Madrid, dove svolge il Dottorato di Ricerca in Pedagogia Teatrale.

Nella sua formazione teatrale incontra, tra gli altri, Romano Bernardi, Enzo Garinei, Mamadou Dioume, Lamberto Puggelli, Marise Flach, Paolo Rossi, Marina De Juli, Hernan Gené, Eugenio Barba, Antonio Fava, Emmanuel Lavalléè, Paolo Nani, Gabriel Chame, Rosalba Bentivoglio.

Ha insegnato Maschere Teatrali, Commedia dell’Arte, Espressione Corporea, Improvvisazione e Clown negli Stati Uniti (Boston University), Spagna (Universidad Nebrija), Italia (Università di Catania).

 

________________________________________________________________________





LUGLIO 2014:
"Studio su Finale di Partita di Samuel Beckett" laboratorio teatrale condotto da Carlo Ferreri

LUGLIO 2014:
Stage di Clownerie condotto da Adriano Aiello

FEBBRAIO-APRILE 2014:
"To break through language in order to touch life, is to create or recreate the theatre" laboratorio teatrale in lingua inglese condotto da Grazyna Frackiewicz

GENNAIO 2014:
"Alla ricerca del mio spettacolo" workshop condotto da Paolo Nani

NOVEMBRE 2013:
"Incontro con la drammaturgia" workshop condotto da Andrea Lapi

LUGLIO 2013:
"Incontro con la drammaturgia" workshop condotto da Andrea Lapi

APRILE 2012:
Stage di Improvvisazione condotto da Joel Contival

MARZO 2012:
"Workshop sulla commedia dell'arte" condotto da Antonio Venturino

GENNAIO 2012:
"Il corpo e la memoria" workshop di Teatro Danza condotto da Giovanna Amarù

NOVEMBRE 2011:
"La verità improvvisa" viaggio intorno alla profondità testuale a cura di Marco Tringali

NOVEMBRE/DICEMBRE 2010:
Stage di Clownerie a cura di Adriano Aiello

SETTEMBRE/OTTOBRE 2010:
Ideazione e costruzione della maschera di carattere a cura di Massimo Leggio

APRILE 2010:
"Alla ricerca del fantastico, l'arte del narrare" condotto da Joel Contival

Teatro degli Specchi

Via Cesare Vivante, 45 | 95100 - Catania

www.teatrodeglispecchi.it

marcotringali@yahoo.it | addetto stampa: Antonio Longo press@teatrodeglispecchi.it

Tel./Fax 095 789 9486 | 095 716 7975 | 347 182 7334